Intervento di Roberto Marchesini e Lorenzo Niccolini

Di seguito l’abstract degli interventi di Roberto Marchesini, docente universitario, saggista, direttore della Scuola di Interazione Uomo Animale (SIUA) e Lorenzo Niccolini eeducatore e istruttore cinofilo SIUA, docente e tutor SIUA e co-fondatore di Stray Dogs International Project.


Alle radici del rapporto uomo-animale: la Zooantropologia

Intervento di Roberto Marchesini

Cani che corrono

Scriveva Morin che la connessione tra saperi scientifici e umanistici viene spesso presentata come un’interconnessione impossibile per via della quantità di nozioni che andrebbero introiettate, e che la renderebbero un’impresa enciclopedica. Al contrario, per Morin, sarebbe opportuno ritornare al significato originario del termine enciclopedia, ossia quello di “saperi che vengono messi in circolo, e dalla cui relazione deve ‘emergere’ la conoscenza” (Morin, Dalla Sociologia all’Epistemologia, Napoli: Guida, 2006, p. 165). A suo modo, il percorso formativo di Roberto Marchesini è stata una traduzione in pratica di quest’idea: diplomato al Liceo classico, laureato in Medicina Veterinaria, ha proseguito poi gli studi in filosofia, psicologia, pedagogia, ed etologia divenendo uno dei massimi esperti in Etologia Filosofica e Zooantropologia.

Nella prima parte dell’incontro, il professor Marchesini si soffermerà sull’importanza che il connubio tra discipline scientifiche e umanistiche ha avuto per lo sviluppo del suo pensiero, in un mondo, invece, fortemente deciso ad ampliare il divario tra un ambito e l’altro.

Lo spazio centrale dell’incontro sarà, però, dedicato alla Zooantropologia e ai suoi fondamenti epistemologici, ossia i presupposti, gli obiettivi e le metodologie d’analisi da essa impiegate.

Infine, Marchesini racconterà come e perché questa ricerca sarebbe stata assai più povera, se non addirittura impossibile, senza l’esperienza della Scuola Siua (la Scuola di Interazione Uomo-Animale dal lui fondata nel 1998), dedita all’educazione e istruzione cinofila, alle attività assistete dagli aniamli (pet-therapy), alla zooantropologia didattica e più in generale alla diffusione di una nuova cultura dell’interazione tra animali umani e animali non umani.

 

Alcuni degli argomenti che verranno trattati:

  1. Che formazione ha conseguito Marchesini;
  2. Rapporto tra mondo accademico e non nella sua esperienza universitaria;
  3. Che ruolo ha giocato la Filosofia nelle sue riflessioni etologiche, e viceversa.
  4. Che cos’è la Zooantropologia? (pp. 247-263 Manuale Zooantropologia, in particolare tabella a p. 251: che cos’è/cosa propone di nuovo rispetto alle altre discipline/quali sono le sue aree d’indagine);
  5. Che cos’è la Scuola di Interazione Uomo – Animale: da cosa è nata e in cosa si diversifica dalle altre scuole di educazione cinofila (approfitterei dell’occasione, seppur velatamente, per rimarcare il fatto che non c’è niente di sminuente nell’essere direttori di un centro che si occupa di pet-therapy ed educazione dei cani);
  6. In che modo l’esperienza del SIUA ha contribuito ad elaborare la teoria generale della Zooantropologia, e viceversa.

 

Riferimenti bibliografici dell’intervemto:

  • R. Marchesini, Manuale di zooantropologia. La zooantropologia teorica, Bologna, Apeiron, 2014.
  • R. Marchesini, Etologia filosofia. Alla ricerca della soggettività animale, Milano, Mimesis, 2016.

L’importanza del Tirocinio come punto di incontro tra il mondo accademico e il mondo del lavoro

Intervento di Lorenzo Niccolini

L’intervento affronterà il tema del tirocinio, inteso come esperienza con finalità di apprendimento e formazione, un periodo di orientamento al lavoro per favorire una conoscenza diretta di una professione o di un mestiere.

Meglio ancora un’esperienza di vita, visto che il lavoro è parte integrante di essa. Non solo un tramite per orientarsi circa le proprie scelte professionali bensì un grande strumento di crescita personale.

 

Alcuni degli argomenti che verranno trattati:

  • L’età e il tirocinio
  • Crediti formativi o competenze acquisite – L’importanza del “viaggio”
  • Retribuzione o investimento
  • Esperienza personale
  • Stray Dogs – International Project

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *