Serre acustiche. Workshop di accessibilità del suono – a cura di Salvatore Miele

  • Mappare le Serre: gamification e accessibilità - 23 maggio 2017 - Serre dei giardini Margherita
    Mappare le Serre: gamification e accessibilità - 23 maggio 2017 - Serre dei giardini Margherita
  • Mappare le Serre: gamification e accessibilità - 23 maggio 2017 - Serre dei giardini Margherita
    Mappare le Serre: gamification e accessibilità - 23 maggio 2017 - Serre dei giardini Margherita
    foto © Laboratorio di Etnosemiotica
  • Mappare le Serre: gamification e accessibilità - 23 maggio 2017 - Serre dei giardini Margherita
    Mappare le Serre: gamification e accessibilità - 23 maggio 2017 - Serre dei giardini Margherita
    foto © Lorenzo Burlando
  • Mappare le Serre: gamification e accessibilità - 23 maggio 2017 - Serre dei giardini Margherita
    Mappare le Serre: gamification e accessibilità - 23 maggio 2017 - Serre dei giardini Margherita
    foto © Lorenzo Burlando

 

INTRODUZIONE
Il workshop Serre acustiche. Workshop di accessibilità del suono fa parte dell’iniziativa “Gamification: soglie e limiti dell’offerta culturale”, organizzato da CUBE – Centro Universitario Bolognese di Etnosemiotica e Kilowatt APS. Sfruttando le possibilità offerte dalle Serre dei Giardini Margherita, il workshop intende riflettere sulla tematica dell’accessibilità attraverso pratiche e tecniche inedite, che mettono in risalto la dimensione sonora dello spazio. Siamo abituati a pensare lo spazio in termini visivi. Cosa accade se si inizia a pensare lo spazio in termini sonori? In che modo il suono può diventare una chiave d’accesso alla dimensione valoriale profonda dello spazio? In che modo suono e spazio generano senso rispetto all’uomo che li vive?

PROPOSTA E OBIETTIVI GENERALI
Il workshop si propone di sensibilizzare i partecipanti alla pratica dell’ascolto urbano consapevole, con particolare attenzione allo spazio delle Serre dei Giardini Margherita, che si trova all’interno del Parco Giardini Margherita (Bologna).

STRUTTURA DEL WORKSHOP
Il workshop si svolgerà in data 23/05/2017, dalle ore 10:00 alle ore 16:00, con un incontro della durata di tre ore e due ore di raccordo con gli studenti partecipanti agli altri workshop tematici, che si terranno nello stesso spazio. Il workshop è aperto a un numero massimo di cinque partecipanti. Le iscrizioni scadono il 15 maggio 2017.

A CHI SI RIVOLGE
Il workshop è rivolto a studenti dell’Università di Bologna (triennale e/o magistrale) interessati ad approfondire:

  • l’estetica promossa dall’ambito di studi sul Paesaggio Sonoro;
  • la pratica dell’ascolto consapevole;
  • la pratica della Soundwalk.

OBIETTIVI FORMATIVI
Al termine del workshop lo studente avrà acquisito competenze teorico-metodologiche relativamente all’estetica promossa dagli studi sul Paesaggio Sonoro, alle pratiche di ascolto consapevole e di soundwalk rispetto a un bioma (Greimas, Courtés 1986) urbano circoscritto. Al termine del workshop lo studente riceverà un attestato di partecipazione.

PROGRAMMA
Prima fase
Introduzione storica agli studi sul Paesaggio Sonoro; contestualizzazione storico-estetica; introduzione metodologica alla tecnica di Soundscape composition.
Seconda fase
Individuazione degli spazi migliori alla pratica dell’ascolto consapevole rispetto al bioma-Serre; introduzione ai concetti di “ascolto oggettivo-analitico” e “ascolto soggettivo-interpretato”.
Terza fase
Esplorazione, attraverso la pratica della Soundwalk, dello spazio sonoro come continuum nel tempo.

MODALITÀ DI ACCESSO
Non sono necessarie particolari conoscenze pregresse; è incoraggiata la partecipazione interdisciplinare da parte di studenti provenienti anche da ambiti apparentemente lontani dalle materie oggetto del workshop. Per candidarti, utilizza il pulsante qui sotto.

TUTOR DEL CORSO
Salvatore Miele, musicista e compositore basato a Bologna. Si laurea presso il Conservatorio di Musica G.B. Martini di Bologna con una tesi intitolata Suoni sinistri. Il rumore in musica dalla avanguardie storiche ad oggi. La sua ricerca analitico-musicale spazia tra l’acusmatica di scuola francese, gli studi sul paesaggio sonoro e la musica elettronica nelle sue molteplici sfaccettature (sound art, drone-ambient, industrial music).

 

1 pensiero su “Serre acustiche. Workshop di accessibilità del suono – a cura di Salvatore Miele

  • Chiedo scusa se provo a stabilre un contatto attraverso questo canale, purtroppo non sono riuscito a trovare di meglio. Scrivo in quanto parte del collettivo Mocambo, attivo nell’organizzazione di eventi itineranti. Il 17 giugno vorremmo invitarti e qualora volessi chiederti di partecipare attivamente ad un incontro che avrà come tema il suono e il viaggio, da qui il titolo i Sonauti. Perdona la poca formalità con il quale mi rivolgo. Gradirei lasciarti il mio indirizzo email e chiederti gentilmente di contattarmi per poter favorimi in questo. mirkosoftz@gmail.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *